fbpx

Hai bisogno di informazioni? Contattaci: +39393 3121820

Videoanalisi e commento della gara dei 100hs di Luminosa Bogliolo

La gara dei 100hs di  Luminosa Bogliolo, commentata in esclusiva per Imperiali Atletica dal suo allenatore Antonio Dotti.

La gara di Padova (come del resto quella successiva di Rovereto) ha rappresentato per Luminosa una semplice verifica di quanto avevamo messo in cantiere prima delle due manifestazioni che noi riteniamo clou a settembre, cioè Bellinzona e Golden Gala. Lì finalmente ritroverà “l’odiata nemica” Nadine VIsser, colei che quest’anno l’ha battuta. A Padova, Luminosa ha prestato massima attenzione alla partenza (a Turku un tempo di reazione di 7 centesimi peggiore aveva deciso la disfida), per poter poi svolgere in tranquillità il compito ritmico tra gli ostacoli. Credo comunque che per poter parlare di prestazione eccellente dovremo pazientare ancora qualche giorno.

 
 
Luminosa Bogliolo è nata ad Albenga (Savona) il 3 luglio 1995, 1.70x60kg
Società: Fiamme Oro Padova
Allenatori: Ezio Madonia, Antonio Dotti
Presenze in Nazionale: 5

Ligure di Alassio (Savona), ha praticato tanti sport: danza, tennis, karate e ginnastica, ma anche sci alpino a livello agonistico, quindi ha cominciato con l’atletica dopo aver vinto una gara scolastica alle medie.

Al campo di Albenga è cresciuta con Pietro Astengo, venuto a mancare all’inizio del 2016, e poi è passata sotto la guida dell’ex sprinter azzurro Ezio Madonia, amico di famiglia che l’aveva messa in contatto con il suo primo tecnico.

Nel 2016 ha vinto a sorpresa il titolo italiano under 23 sui 100 ostacoli, allenandosi non più di un paio di volte a settimana, e soltanto da allora ha iniziato a intensificare la preparazione. Studentessa di medicina veterinaria – sulle orme del papà Valentino, ex calciatore che adesso esercita la professione – prima a Sassari e poi nell’hinterland torinese, a Collegno, mentre sulla pista di Pinerolo è seguita da Antonio Dotti.

Si è migliorata notevolmente nel 2018 fino a 12.99, quinta azzurra della storia sotto i 13 secondi. Nel 2019 ha sfiorato di due centesimi il primato nazionale con 12.78, correndo più volte in meno di 12.90.

(credits:fidal.it)

Antonio Dotti, piemontese, è uno dei maggiori esperti della corsa: dalla velocità, al mezzofondo, agli ostacoli.
È stato docente di Metodologia dell’allenamento presso la facoltà di Scienze Motorie di Torino.

Ha allenato diversi atleti di livello internazionale e ricoperto incarichi tecnici federali, tra i tanti è stato responsabile nazionale del settore mezzofondo e consulente per la corsa della Federazione Nazionale Triathlon.

È tecnico ad honorem della Fidal.

Ha pubblicato numerosi articoli e studi sulla metodologia e fisiologia dell’allenamento.

Ezio Madonia è stato uno dei migliori velocisti italiani.
La sua specialità sono stati soprattutto i 100 metri, ma ha ottenuto risultati anche in altre specialità. Venne “scoperto” dal suo primo allenatore Giulio Ottolia che dal calcio lo convinse a passare con lui all’Atletica Savona dove ottenne i primi importanti risultati prima di essere assorbito dalle Fiamme gialle.

Ha vinto il bronzo nelle gare di 4×100 ai:
– Campionati europei di Spalato (1990);
– Campionati europei di Helsinki (1994);
– Campionati del mondo di Göteborg (1995).

Nei 100 metri ha conquistato:
– Medaglia d’argento ai Giochi del Mediterraneo (1987);
– Medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo (1991).

Si è classificato al quinto posto ai Giochi Olimpici di Seul (1988) ed ha fatto parte della spedizione azzurra alle Olimpiadei di Atlanta (1996).

Seguici su Facebook

 

 

 

 

 

Info sull’autore

Scritto da Salvatore Incalza / Administrator, bbp_keymaster il Set 18, 2020

Nessun Commento

Rispondi

Vai alla barra degli strumenti