fbpx

Hai bisogno di informazioni? Contattaci: +39393 3121820

Angelo De Quarto: Maestro di sport a Francavilla Fontana (seconda parte)

Angelo De Quarto: Maestro di sport a Francavilla Fontana (seconda parte)

L’attività al Liceo Classico e la nascita dei primi Gruppi Sportivi

Prof. De Quarto
Docenti Liceo Classico “V. Lilla” a.s. 1959/1960.
Ph. credits: “Francavilla Fontana ieri oggi e domani”

Dal 1946 al 1951 il prof. De Quarto è nella Scuola Media Bilotta, nel 1951/52 nascono i primi Gruppi Sportivi nelle Scuole Medie Superiori in Città. Impegno volontario oltre la sua scuola. Grande merito.

L’inizio dell’attività atletica agonistica tra gli alunni delle dette scuole, quale insegnante più anziano della sede fui comandato per l’insegnamento dell’attività sportiva al Liceo Classico “V. Lilla” di Francavilla Fontana. Istituì ed organizzai i Gruppi: aderirono volontariamente molti alunni e con essi iniziai la specifica preparazione atletica con allenamenti pomeridiani trisettimanali.

Per 10 anni preparai atleticamente gli alunni e organizzai e diressi i campionati d’istituto di Corsa Campestre, Atletica Leggera, programmati dalla Direzione Generale per l’Educazione Fisica e Sportiva del Ministero della Pubblica Istruzione.

Per 10 anni con numerosa rappresentanza di atleti alunni del Liceo Classico partecipai ai Campionati Provinciali. Ottenendo sempre ottimi risultati e parecchi di essi furono selezionati per competizioni Regionali e Nazionali”. 

Il breve trasferimento a Taranto e il ritorno a Francavilla

Siamo arrivati al 1960 e il bambino nato nel 1900, docente già a 23 anni, promotore in tutta Italia sino al 1940, quindi purtroppo impegnato nel conflitto mondiale, torna nel 1946 a Francavilla e costruisce, non solo campi ma anche classi di insegnanti e allievi, studenti. C’è da fare. Nel 1961 si sposta per giusti motivi professionali e richieste a Taranto e per 5 anni deve educare, formare e aggiornare le classi docenti. Compito assegnato e svolto. Anche a Taranto parla di “insegnamento in un ambiente scolastico serio, signorile, culturalmente e spiritualmente elevato, tra colleghi preparatissimi, gentili, socievolmente cordiali ed un Preside colto, competente, paterno e giusto”.

Poi nel 1964/65 il ritorno a Francavilla, ancora con felicità: “Per motivi di famiglia e nostalgia per il paese d’origine su domanda feci ritorno a Francavilla, alla mia prima scuola media, al mio amico Preside, tra i colleghi mai dimenticati”.

Amore e passione per la nostra città sono indelebili. Grande cuore.

I Giochi della Gioventù

L’impegno a Francavilla raggiunge un altro importante risultato, l’organizzazione dei Giuochi della Gioventù, tanti risultati e soddisfazione, che riportiamo dalle sue parole.

“Dal 1968 per Disposizione Ministeriale e programmi adatti all’età evolutiva dei discenti, l’attività ginnico atletica agonistica fu estesa agli alunni della Scuola Media unica.

Iniziai la preparazione ginnico-Atletica di un numeroso gruppo di volenterosi con allenamenti pomeridiani bisettimanali e con loro partecipai alle annuali selezioni dei giouchi fra gli allievi delle scuole medie locali.

Prescelto tra i colleghi di Educazione Fisica per anni due organizzai, coadiuvato dai colleghi Leo, D’Angela e tutti gli altri insegnanti di Ed. Fisica di ambo i sessi in servizio nella sede per la Selezione nei Giuochi”.

 I Giochi della Gioventù hanno creato generazioni di atleti di ogni sport. L’Atletica aveva nei Giochi un grande avvicinamento e poi prosecuzione ad alti livelli.

Il ricordo dei docenti più giovani di quegli anni, come dei giovani atleti in campo per le scuole sono folle di gente nei campi per assistere alle gare, competizioni molto sentite per appartenenza da ogni classe e scuola. Lo stesso avveniva anche nella prima di qualificazione provinciale, si racconta di mancanza di posti nello stadio di Atletica di Brindisi per poter accedere agevolmente nell’impianto. Con grande euforia era consolidata quella che il prof. De Quarto chiamava “gioia”. Per lo sport.

Il suo grande insegnamento

 De Quarto è stato anima di sport e a Francavilla, amore puro e ancora oggi non possiamo che ricambiare l’affetto e gli insegnamenti di un nostro grande padre. Perché lo spirito paterno lo ha trasmesso a tantissimi, per decenni. In ogni campo e scuola.

Anche il Memorial Antonio Andriani, importante corsa Nazionale su strada svoltasi nelle nostre strade tra il 1995 ed il 2010, ricordava con il Trofeo De Quarto, la vittoria della migliore squadra di giovani aveva come premio il diritto di assistere allo Stadio Olimpico alle gare del Golden Gala con i migliori Atleti del Mondo in pista. Il massimo livello per ricordare una personalità immensa.

Gli aneddoti e racconti dei suoi insegnamenti sono numerosi. Ci piace ricordarne uno noto, riguarda un gesto del 1971, per stimolare e sfidare. Già, alla sua tenera età di 71 anni, che non dimostrava, ha voluto mostrare ad allievi e docenti come rivoltarsi su una pertica. Gioia di giocare. E ci sono molti testimoni stupiti per un gesto semplice. Ancora lo ricordano oggi, erano giovanissimi.

Il saluto del prof. De Quarto avviene nel giugno del 1971. “Dopo 47 anni di insegnamento movimentato, per raggiunti limiti di età, fatalità inderogabile, con immenso e profondo dolore, lasciai la Scuola, gli alunni e i cari colleghi”.

Non finisce mai l’esempio di vita, perché chi lascia tanti ricordi indelebili rimane sempre. Grazie prof. Angelo De Quarto. Noi vogliamo fare ancora Atletica Leggera. Stiamo completando campi e palestre con ogni attrezzatura. Vogliamo gioia e numerosi giovani.

[QUI TROVI LA PRIMA PARTE]

Info sull’autore

Scritto da Salvatore Incalza / Administrator, bbp_keymaster il Mag 20, 2022

Nessun Commento

Rispondi